CARNET 12/98



Il computer entra nella buca


E' stato recentemente presentato al Teatro alla Scala MOODS (Music Object Oriented Distributed System), un progetto dell'Universita' di Firenze finanziato in parte dalla Comunita' europea che permettera' di sostituire i tradizionali spartiti su carta con piu' comodi monitor. Il sistema e' predisposto addiritura per richiamare gli spartiti via Internet direttamente dagli archivi delle varie case editrici. Gli orchestrali vedranno la propria parte scorrere in sincronia con l'esecuzione, mentre il direttore d'orchestra disporra' di fronte a se dell'intera partitura su un monitor piu' grande. Durante le prove, qualsiasi annotazione potra' essere apposta direttamente sui leggii elettronici con una speciale penna. La commercializzazione di MOODS e' prevista per la seconda meta' del 1999.