SUONARE novembre 1998



ADDIO SPARTITI


Professori d'orchestra, attenzione: e' pronto un prototipo di leggio elettronico che nel prossimo millenio potrebbe prendere il posto delle tradizionali partiture da scarabocchiare a matita. La musica in digitale scorre su "appositi monitor interattivi", che dovrebbero permettere di apportare le necessarie indicazioni di arcate, diteggiatura e agogica. Il progetto e' finanziato dalla Comunita' Europea ed e' coordinato da Paolo Nesi dell'Universita' di Firenze. Per il momento i potenziali utenti sono il Teatro alla Scala, la Casa editrice Ricordi e la Scuola di musica di Fiesole.